compro oro

logo
I mattoni della tua Citta

compro oro
 Menù

Home page
 Notizie dai quartieri
 - Numeri utili
 - Link utili
 - Servizi sociali
 Mercati di Torino
 Storia di Torino
 Accadde a Torino
 Musei di Torino
 Fiere di Torino
 Farmacie di Torino
 Circoscrizioni
 Proverbi torinesi
 Città gemellate
 Personaggi famosi
 Quanti siamo?

 Fotografie
 Galleria fotografica
 Panoramiche
 Filmati (multimedia)
 Torino dal Satellite
Accadde... a Torino


 Arrivare a Torino
 In auto
 In treno
 In aereo
 Servizi a Torino
 Trasporti pubblici
 Autonoleggio
 Taxi

Accadde ..... a Torino

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Via Garibaldi (angolo Via San Francesco d'Assisi) La Torre civica, nota con il nome di Torre di San Gregorio era già esistente all'angolo delle odierne via Garibaldi e via San Francesco d'Assisi nel 1335.
Fu oggetto di frequenti restauri e abbellimenti, tra i quali il primo orologio pubblico del Piemonte e un toro di bronzo, che, grazie ad un ingegnoso meccanismo, muggiva ad ogni soffio di vento.
La Torre venne abbattuta il 21 marzo 1801.


1335
Vie consolari

Nel I secolo a. C., Torino era già stata collegata con il sistema delle vie consolari.
Dalla via litoranea detta Aemilia Scauri, poi Aurelia, due tronchi scavalcavano l'Appennino nela direzione di Torino: uno da Genova verso Libarna e Tortona, l'altro da Vado ad Acqui a Bene Vagienna.
Era possibile inoltre giungere a Torino da oriente per la via Emilia, che da Piacenza consentiva di imboccare la via Postumia fino a Tortona.
Di qui la via Fulvia conduceva ad Asti e quindi nell'odierno capoluogo.
A nord, da Pavia si giungeva a Torino lungo la riva sinistra del Po, dove probabilmente confluiva la via che collegava Milano a Novara e Vercelli.


I secolo a.C.
Vie romane In epoca romana, partivano da Torino alcune grandi vie alpine: una seguiva la valle della Dora Riparia e valicava le Alpi all'Alpis Matrona (Monginevro) per giungere a Brigantium (Briancon).
Un'altra, per la stessa valle, valicava le Alpi all'Alpis Cotia (Cenisio).
Da Ivrea, per Aosta, era possibile valicare le montagne all'Alpis Graia (Piccolo San Bernardo), mentre per l'Alpis Poenina (Gran San Bernardo) si giungeva al corso superiore del Rodano.


I secolo a.C.
Vitellio Tacito, nelle sue "Historiae", narra di una strage provocata a Torino, durante l'impero di Vitellio, da una rissa tra soldati legionari.
Sembra che poco dopo la partenza di quei soldati la città di Torino sia rimasta distrutta da un gravissimo incendio provocato da alcuni loro fuochi rimasti accesi.

Epoca romana n.d.
Vittorio Amedeo I Vittorio Amedeo I fissò, il 27 novembre 1634, le tariffe alberghiere nel seguente modo: per pensione completa, con manutenzione del cavallo il prezzo era di lire 1.12; pensione completa senza cavallo lire 1; solo cena, con manutenzione del cavallo 12 centesimi; solo cena senza cavallo 6 centesimi.

27
novembre
1634
Vittorio Amedeo II Al termine di un durissimo assedio che durava dal 5 maggio, il 7 settembre 1706 si scatenò una violentissima battaglia.
Le truppe piemontesi, comandate dal principe Eugenio di Savoia e dal duca Vittorio Amedeo II, si scontrarono con le truppe francesi, comandate dal duca d'Orléans. Al termine della battaglia le perdite furono ingenti da ambedue le parti (2000 morti per gli alleati franco ispani e 900 tra i piemontesi), ma Torino riuscì a liberarsi tanto dal dominio francese quanto da quello spagnolo.

7
settembre
1706
Vittorio Sallier de la Tour L'11 marzo 1821 iniziarono anche a Torino, come ovunque in Europa, i moti insurrezionali.
Il capitano Vittorio Ferrero, alla guida di truppe composte di soldati insorti e di civili occupò l'ospedale di San Salvario, costringendo Vittorio Emanuele I all'abdicazione e ad abbandonare Torino.
Il 13 marzo Carlo Alberto, reggente in luogo di Carlo Felice, proclamò la Costituzione.
Il 22 marzo tuttavia venne costretto da Carlo Felice ad abbandonare Torino, sostituito temporaneamente dal conte Vittorio Sallier de la Tour.

11 marzo 1821
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
 Quartieri 
Aurora 
Barriera Milano 
Borgata Vittoria 
Borgo Po 
Cavoretto 
Cenisia 
Centro 
Cit Turin  
Crocetta  
Falchera Villaretto 
Lingotto 
Madonna Camp. 
Madonna Pilone 
Mirafiori Nord 
Mirafiori Sud 
Nizza Millefonti 
Parella  
Pozzo Strada 
Regio Parco B. 
San Donato 
San Paolo 
San Salvario 
Santa Rita  
Vallette Lucento 
Vanchiglia 
 



















 

 

 
Il portale

Inizio Pagina