logo
I mattoni della tua Citta

 
 Menù

Home page
 Notizie dai quartieri
 - Numeri utili
 - Link utili
 - Servizi sociali
 Mercati di Torino
 Storia di Torino
 Accadde a Torino
 Musei di Torino
 Fiere di Torino
 Farmacie di Torino
 Circoscrizioni
 Proverbi torinesi
 Città gemellate
 Personaggi famosi
 Quanti siamo?

 Fotografie
 Galleria fotografica
 Panoramiche
 Filmati (multimedia)
 Torino dal Satellite
Accadde... a Torino


 Arrivare a Torino
 In auto
 In treno
 In aereo
 Servizi a Torino
 Trasporti pubblici
 Autonoleggio
 Taxi

Accadde ..... a Torino

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Illuminazione L'illuminazione pubblica a gas della città venne inaugurata il 1° settembre 1839.



1 settembre 1839
Impero L'amministrazione del municipio di Torino prevedeva, come per tutte le città dell'Impero, due "duoviri iuri dicundo", che ricoprivano i poteri legali e giudiziari, e due "duoviri aediles", responsabili dell'urbanistica. Il consiglio della città era detto Ordo splendidissimus o Ordo decurionum: i membri venivano scelti da cittadini originari o domiciliati, che avessero centomila sesterzi di censo e avessero superato i 25 anni. Nel IV secolo d.C. fu creato il "defensor civitatis", il quale era incaricato di proteggere la plebe contro le prepotenze dei patrizi e che dopo la caduta dell'Impero diventerà primo magistrato della città.

IV secolo d.C.
Incendio di Torino Tacito, nelle sue "Historiae", narra di una strage provocata a Torino, durante l'impero di Vitellio, da una rissa tra soldati legionari.
Sembra che poco dopo la partenza di quei soldati la città di Torino sia rimasta distrutta da un gravissimo incendio provocato da alcuni loro fuochi rimasti accesi.

Epoca romana n.d.

Incendio alla Biblioteca
Nazionale

Nel 1904 un fatto catastrofico sconvolse la Biblioteca nazionale: nella notte tra il 25 e il 26 gennaio il fuoco avvolse cinque sale compromettendo, irrimediabilmente, la sezione dei manoscritti, degli incunaboli piemontesi, delle aldine e della consultazione.
Rimasero distrutti nell'incendio 24000 volumi e 2640 manoscritti di inestimabile valore.
La biblioteca si riprese rapidamente, continuando le acquisizioni, anche di fondi preziosissimi; ma durante il secondo conflitto mondiale, nel bombardamento di Torino dell'8 dicembre 1942, furono distrutti più di 15.000 volumi (tra cui quelli geografici con gli atlanti antichi ricchi di mappe) e porzioni del catalogo generale.

25 gennaio 1904
Incendio al Teatro Regio Dopo la rappresentazione di "Liolà" del musicista G. Mulè, il Teatro Regio restò vittima di un violentissimo incendio che lo lasciò completamente distrutto.
Dal 14 febbraio la stagione potè riprendere al Teatro Vittorio Emanuele, con la rappresentazione dell' "Otello".
I lavori di ricostruzione cominciarono il 25 settembre del 1963. Il teatro riaprì i battenti il 10 aprile 1973, con una rappresentazione dei "Vespri siciliani" che vedeva protagonista Maria Callas (ndr).

1962
Infrastrutture Il piano di abbellimento della città, voluto da Carlo Emanuele I e proseguito da Carlo Emanuele II, consentì la realizzazione di un complesso sistema di canalizzazione delle acque della Dora, convogliate in appositi canali, che scorrendo all'interno della città consentivano un'efficace pulizia delle strade, miglioravano la salubrità dell'aria in estate, facilitavano il contenimento degli incendi e favorivano il lavoro delle botteghe artigiane e dei muratori.

n.d.
Invasioni A cominciare dal V secolo d. C., con la crisi dell'Impero romano, Torino fu dominata o invasa da una notevole serie di popoli diversi in meno di due secoli. Dapprima i Goti, quindi gli Unni, seguiti da Eruli e Burgundi.

V secolo d.C..
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
 Quartieri 
Aurora 
Barriera Milano 
Borgata Vittoria 
Borgo Po 
Cavoretto 
Cenisia 
Centro 
Cit Turin  
Crocetta  
Falchera Villaretto 
Lingotto 
Madonna Camp. 
Madonna Pilone 
Mirafiori Nord 
Mirafiori Sud 
Nizza Millefonti 
Parella  
Pozzo Strada 
Regio Parco B. 
San Donato 
San Paolo 
San Salvario 
Santa Rita  
Vallette Lucento 
Vanchiglia 
 



















 

 

 
Il portale

Inizio Pagina